PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il casual incontro

Lo novizio
nostro fraticello
per masserie
andava
l' elemosina
a buscar,
de botto
nel suo
bel cammino
incontra
una bambina
dal portamento
e dall'aspetto
a noi ben noti,
e vi credo,
è Alice,
del gran cuoco
la prediletta nipotina,
che a zonzo,
canticchiando
con uno stormo
di uccelli
che fan da coro,
spensierata
a far papaveri
rossi rossi,
poiché
son anch'essi canterini
ed alti alti,
se ne andava
tra intrallazzi
e balli,
lasciando Fra' Ettore
indietro assai
a far
le sue
dovute orazioni.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • tania rybak il 06/07/2010 23:25
    molto dolce
  • Cinzia Gargiulo il 06/07/2010 10:56
    Versi piacevolissimi.
    Un abbraccio...
  • Dolce Sorriso il 05/07/2010 14:28
    unico e delizioso...
    bravo Don
  • Vincenzo Capitanucci il 04/07/2010 07:01
    erano cinque stelle... ma ne sono uscite tre... scusa Don...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/07/2010 06:57
    Sempre deliziose Don... ormai non posso più vedere una foglia di basilico senza pensare ad Ettore...

    hai colpito... scolpito una essenza...
  • loretta margherita citarei il 04/07/2010 05:23
    sempre unico, col tuo stile, piaciuta
  • laura marchetti il 03/07/2010 21:10
    originale ed unico Don, rapisci il lettore e lo conduci per mano dentro le tue sempre belle e particolari poesie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0