PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vuoto

Fronde nere staglianti su di un cielo opalino,
corvini contorni d'inquietanti presagi.
Immobile l'aria non fa presagir un evento,
stasi ancestrale di una primordiale clamore
linea sottile di invalicabile apatia
racchiusa in pungo di rabbia e dolore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Emilio Colaci il 03/08/2012 00:05
    Poesia che lascia poco spazio a consigli psicologici... piuttosto vorrei chiedere una approfondita spiegazione essendo molto simbolica come poesia... mi è molto piaciuta
  • Anonimo il 07/06/2011 11:04
    È un esodoooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • loretta margherita citarei il 05/07/2010 21:33
    ben scritta, molto bella
  • laura marchetti il 05/07/2010 20:51
    bella... apri il pugno e lascia volare via la rabbia e il dolore...
  • Aedo il 05/07/2010 20:25
    Spesso ci sentiamo avvolti da un vuoto, che non lascia respiro. Eppure bisogna uscire dalla cappa e guardare verso il sole...
    Bella poesia (anch'io ho vissuto momenti simili ai tuoi)!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0