username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un pomeriggio diverso

Arrovelli pure, il sole,
picchiando sui muri
delle case,
lascio i vecchi, sotto il pino,
nel lamentio quotidiano,
le comari
perdersi in pettegolezzo,
salgo a liberar
lo spirito, sulla collina.
Qui, finalmente
assorbo la quiete,
rilascio il corpo
in abbandono sull'erba,
gocce di serenità
imperlano la pelle,
gardenie profumate
sono ora, i pensieri della mente.
Refrigerio nel vento
che accarezza
gli argentei ulivi,
culla il dorato
mare di grano,
scuote le canne
nello stagno,
gioca a rimpiattino
fra gli inanellati
voli di rondini
e se ho voglia
di pensarti
amore mio,
tingo le labbra
con il papavero acceso.
Qui, tutto è in sincronia
perfetta, tutto è
dono , riflesso
della insuperabile
potenza creativa
dello Spirito celeste.
Mi reca pena,
pensare che presto
verrà l'imbrunire,
il dovermi alzare dal prato,
togliermi
i fili di fieno
fra i capelli,
e tornare nel quartiere,
fra il lamentio
dei vecchi sotto il pino,
il cicaleggio delle comari
e il saluto indifferente,
appena sufficiente,
di chi conosci
e t'abita vicino.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • gianni castagneri il 03/02/2014 18:11
    molto bella! e' un po come "addormentarmi in questa radura e lasciarmi svegliare dalla pioggia che cade"
  • Grazia Denaro il 21/01/2012 01:42
    Isolamento voluto dal tran tran della vita quotidiana, un lieve accenno di fastidio si sente dai tuo versi, ben descritta, brava!
  • - Giama - il 07/07/2010 23:51
    dona quiete, serenità questa tua poesia... soave!

    bravissima!
  • Anonimo il 07/07/2010 00:47
    Un angolo paradisiaco...
    bella Lor, sulla collina a disintossicare la mente, il corpo e l'anima!!

  • tania rybak il 06/07/2010 23:47
    perfetta descrizione della vita quotidiana, forse per questo preferisco isolarmi dal resto del mondo, per non inquinare il cervello di pettegolezzi, splendida come sempre
  • franco buldrini il 06/07/2010 23:36
    È bello questo mondo, lo descrivi con grazia e tanti riflessi complimenti, ciao
  • Dolce Sorriso il 06/07/2010 21:16
    anch'io vengo anch'io... dai dimmi si.
    Bellissimaaaaaaaaaa
  • Anonimo il 06/07/2010 19:31
    Mostrami questa oasi... portami con te... nel mio mondo non ho via di fuga se non la mia immaginazione!
    Ti abbraccio e grazie per avermi trasportata nel tuo mondo...
  • Maurizio Cortese il 06/07/2010 18:54
    Sensazioni e riflessioni donate da un momento di scelta tranquillità, prima di tornare nella routine; immagini accattivanti.
  • Anonimo il 06/07/2010 18:23
    Bella. Mi hai fatto ricordare, lì sulla collina, L'Infinito di Leopardi "ma sedendo e mirando interminato spazio di là da quella e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura..."un carissimo saluto
  • Falco libero il 06/07/2010 17:30
    P. S. Il resto della poesia è un soave perdersi nel silenzio e nella quiete della natura eterna.
    Voglia di alzarsi in volo
    Ancora complimenti
  • Anonimo il 06/07/2010 15:50
    Bello quando si lascia se stessi e si guarda, sono le parole che scrivono, noi gli diamo il gesto e il cuore.
    Bella
    Ciao.
  • Falco libero il 06/07/2010 15:39
    Sei grande Loretta è verissimo.
    Da ragazzo abitavo a Torino e pensavo che i piemontesi fossero un po' freddini sono ritornato nel "Caldo" meridione e mi sono accorto(ahimè di essere finito in una tempesta di ghiaccio.
    Si và tutto deteriorando.
    Bellissima e complimenti
  • Salvatore Ferranti il 06/07/2010 14:01
    bella poesia letta con profondo interesse... brava
  • Anonimo il 06/07/2010 11:57
    la tua penna sa sempre incantare... grazie per quello che mi regali un abbraccio
  • Sergio Fravolini il 06/07/2010 10:55
    La dolce parodia dell'essere.

    Sergio
  • Anonimo il 06/07/2010 09:59
  • Danilo Carli Stranich il 06/07/2010 09:50
    un po' antica di gusto, scorre via felice come un film di sensazioni e di pensieri. piaciuta.
  • Simone Scienza il 06/07/2010 09:35
    Scappare da quell'intricata giungla di piatte voci
    che ci soffocano i pensieri,
    per ritrovarli liberi sulla collina
    a giocare con la natura.

    Piaciuta davvero molto Lor.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0