username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ostaggi al vento

Non traballa
lume nel mio petto
ma vociferano brusii d'insetto

Macchia son ora
senza forma né aspetto
ferocia e miele
non son mio diletto

Cresciuta è la stanchezza
fiacca la bellezza
molli le ore in groppa
a cieli d'albume e stoppa

Certo era l'olio
nel vetro di bruciare
ma fu lasciato aperto
al caso a dubitare

Conto dita e nodi
riversa al forse e al dire
schiava di feltro e modi
di vivere e morire

Amante di semi e spettri
dal fuoco mai custoditi
lasciati ostaggi al vento
e mai più
restituiti...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • laura cuppone il 07/07/2010 12:39
    TALPONE!
    NON SAI NEMMENO LEGGEREEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!
  • augusto villa il 07/07/2010 12:28
    Dici che son talpa... eppoi... ringrazi per la vista... Mah... deciditi sorellina!.. ahahah...
    Puppapperooooo!!! -------
  • laura cuppone il 07/07/2010 09:21
    wè... rimetto..."non come vomitino ma come poetino"
    fà il bravo brebino!
    grazie
    Lau
  • laura cuppone il 07/07/2010 09:20
    caio Daniela! wow grazie per l'analisi e... la visita!
    un abbraccio
    lau
  • augusto villa il 06/07/2010 23:21
    macchebbella... tutta in rima... quanto è brava la... Fatinaaaa...
    No... daiiii... scherzo... È davvero bella!!! ------
  • Anonimo il 06/07/2010 23:08
    Sono quel che sono, fatta di rabbia e miele, con il mio vissuto sulle spalle,
    amante di dispersi nel vento...

    bellissima Laura...
  • laura cuppone il 06/07/2010 21:12
    soldi???? in che senso???
    la torta la faccio io non la compro quasi mai...
    la mangi lo stesso? ok allora ne faccio due.. una frutta e una crema e cioccolato
    panna a parte.. così mangi quello che vuoi...
    golosooooooooooooo!!!
    io gelato frutta!!! fa caldo...
  • denny red. il 06/07/2010 18:40
    ok!! basta che non mi fai morire, poi.. con tutti i soldi che prenderai, mi inviterai a una grande festa.. con una golosissima.. torta!!
  • laura cuppone il 06/07/2010 18:28
    dennyyyyyyyyy...
    non servo pane e acqua... ma un panino al pomodoro??
    vabè anche la birrina và..
    merci.. Lau
  • laura cuppone il 06/07/2010 18:27
    Dolce... tu sei magnificamente.. dolce. grazie.

    Salvatore.. non manchi mai e questo é un importante segno... grazie.

    Sabrina, onorata che ti piaccia ma non so nemmeno cosa sia la rima.. suono melodie assonanti... e basta.. grazie infinite.

    Vinci!!! che bello vederti!!! baciotto amicotto!!

    Gui.. tutto e il suo contrario... ti senti vento? o ti lasci trasportare?... io sono vento e lui mi fa volare...della serie dico non dico.. grazie!!

    vincenza che bello che ci leggi positività.. si, c'è anche quella.. ma non é una forza.. non sempre... grazie!

    Francesca sei dolcissima come sempre. ti ringrazio e mi fa piacere ti sia piaciuto un mio delirio semicomprensibile...

    Lory.. che dire.. mi leggi da molto e.. mi.."conosci" ormai...
    grazie!!
    lau
  • denny red. il 06/07/2010 18:27
    ostaggi al vento. il tempo di un tempo.. imprigionati.. in un vivere o morire..
    molto bella!! Laura c. difficile.. interpetrare.. come sempre.. le tue poesie, divento ostaggio.. quando ti leggo, ma sei molto brava! Brava!!
    :ciao
  • loretta margherita citarei il 06/07/2010 18:02
    brusii d'insetti nel cuore, bellissima laura, intensa, sempre quel pizzico d'amarezza nelle tue
  • francesca cuccia il 06/07/2010 17:46
    Bellissima poesia
    scritta magnificamente, sei bravissima, complimenti.
  • Anonimo il 06/07/2010 17:36
    Bella poesia. Gli ostaggi in balia del vento e mai più restituiti potrebbero essere, secondo me, vecchi fantasmi portati via dal vento. E propio annullando i vecchi spettri che il lume tornerà a brillare nel tuo petto. Io l'interpreto così, in chiave positiva.
  • Guido Ingenito il 06/07/2010 17:23
    questa mi mancava. una poesia in rima.
    siamo noi gli ostaggi al vento?
    o sono loro?
    bellissima metafora, bellissima stesura, bellissime immagini.
    sei sempre tu: Lau.

    bravissima e dolcissima

    Guido
  • Anonimo il 06/07/2010 15:45
    Prima o poi qualcuno ci dovrà liberare, ecco le tue parole sono come ostaggi consenzienti della pagina.

    Gran bella poesia L a u r e t t a!
  • Anonimo il 06/07/2010 15:23
    Veramente di caratura al di sopra delle mie possibilità. Ho studiato parecchio ma l'ultima delle materie, purtroppo è l'italiano. Io scrivo i sentimenti come viene e le mie poesie hanno l'unico pregio di essere ruspanti ma molto acerbe... Mi bastano i suoni, però ... per dire che sei bravissima.
  • Salvatore Ferranti il 06/07/2010 14:05
    bella poesia, mi è piaciuta tantissimo...
    grazie...
  • Dolce Sorriso il 06/07/2010 13:45
    questa poesia in rima è magnifica... come chi l'ha scritta naturalmente
    smackkkkk

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0