PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ombre

Come rosse gocce di rugiada le lacrime rigano il mio volto,
occhi cerchiati di nero scrutano l'essenza voluttuosa della felicità
celata dietro lunghe tuniche svolazzanti nell'oblio.
Nella luce vive l'oscuro che altrimenti perirebbe,
nel bene si cela il male che ne determina la natura.
Labbra rosse carnose, rossetto sbavato denti bianchi.
Cera bianca, cera odorante di chiuso ricopre il mio volto.
Vecchio stantio è l'abito che striscia a terra.
Lunghe ombre coprono il tramonto dell'anima malinconica.
Cadono pezzi del mio cuore scosso dal tremore della paura
sanguina l'anima del rospo che attende la principessa,
scura palude rallenta la vita.
Unghie trasparenti e lunghe graffiano il volto di questa notte,
la maschera regge, la maschera non si scioglie.
Caldi abbracci oscuri cingono la mia essenza imprigionandola nel passato.
Arrancando verso la luce cerco la morte.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0