accedi   |   crea nuovo account

Davanti al computer

Non si chiedono perché,
quasi come un rito,
me ne sto al computer;
pigiare sulla tastiera,
manovrare il mouse
è proprio ricordarti,
così come ingegnarmi
a risolvere i problemi
dei programmi:
mi immagino sempre
cosa faresti se ci fossi.
Fisso sul monitor
l'ultima tua foto,
nascondendo nelle ciglia
il moto di una lacrima.
Poi apro la posta,
nella speranza
di trovare quella mail
che mai arriverà.

 

l'autore Maurizio Cortese ha riportato queste note sull'opera

Davanti al computer ricordo sempre mio cognato, morto più di tre anni fa.


0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 11/07/2010 12:49
    Bella poesia triste ma capita
  • loretta margherita citarei il 08/07/2010 07:59
    arriverà, però fai tu ilprimo passo, l'amore, come le piante va concimato, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0