username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io mi fermo qui

Mi prendeste che ero un cuccioletto
che nelle lunghe orecchie c'inciampava.
Cercavo una famiglia e tanto affetto,
in cambio davo gioia... mista di bava.

Con voi mi sono sempre divertito,
son stato sia figliolo che fratello.
Amore ho ricevuto e percepito,
affetto ve n'ho dato e del più bello.

Per tredici anni su di voi ho vegliato
come sul proprio branco si conviene.
Il rientro d'ognuno ho festeggiato:
insieme noi stavamo proprio bene!

I due ragazzi ho visto maturare
e in questo un contributo un po' l'ho dato
ché certo hanno imparato ad apprezzare
chi li ama in modo disinteressato.

Ora sono alla fine del percorso
e voglio dirvi che son soddisfatto
del tempo che noi insieme abbiam trascorso,
di tutto ciò ch'insieme abbiamo fatto.

Papà, lui adesso sta per ritornare
e più vicino sempre a voi starà.
Mario la scuola sta per terminare
ed oggi ha dato la maturità.

Giancarlo ormai da tempo è laureato
e vive nel suo bell'appartamento.
La mamma la famiglia ha sistemato
e nel lavoro ha il suo completamento.

Ora al riposo eterno solo agogno
e sento ch'ho compiuto la missione.
Mi fermo qui. È stato un gran bel sogno
di cui vi lascio alla continuazione.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Emanuele Perrone il 23/02/2014 22:23
    Eh si il cane e uno di famiglia...
  • Giuseppe ABBAMONTE il 18/07/2010 20:05
    Davvero interessante il tuo spunto Nicola. Dalla differente lunghezza biologica delle vite degli esseri viventi all'universalità dell'Amore ed al suo essere privo di una dimensione temporale. Dala fisicità della vita alla spiritualità dei sentimenti passando per.. la biologia.
    Non perdi mai occasione di sorprendermi, ovviamente in senso positivo.
    E grazie per il passaggio.
    Un abbraccio
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 17/07/2010 12:19
    Questa mancanza di sincronia fra le lunghezze della vita degli esseri viventi ci dà il segno di come l'amore non possa avere una dimensione temporale, un inizio e una fine, una vita e una morte, una progettualità...
    Non è il caso, Giuseppe, che io mi soffermi sul fatto "privato". È certo che questi versi non chiudono un'esperienza, ma aprono ad un altro modo di essere di Alvaro, quello che si è rivelato e continuerà a rivelarsi nell'amore.
    Nicola
  • Giuseppe ABBAMONTE il 08/07/2010 14:56
    Grazie Loretta e.. Grazie al Cielo
    si, hai ragione, ci ha proprio dato tanto. Senza nulla pretendere.
    Ciao e a rileggerci
    Giuseppe
  • loretta margherita citarei il 08/07/2010 14:25
    il cane è uno di famiglia, bellissimi versi, ringrazia il cielo per quello che questo amico a 4 zampe ti ha dato
  • Giuseppe ABBAMONTE il 08/07/2010 12:41
    Grazie per i complimenti e per la vicinanza
    Alla fine della settimana scorsa Alvaro, il nostro affezionato basset, ci ha lasciato per sempre.
    Ha lasciato un gran vuoto, molto maggiore di quello che potessi pensare prima che succedesse.
    Ma è bello pensare che ci ha tenuto compagnia cosi' a lungo e che resterà nei nostri ricordi. Come il cuccioletto bavoso che inciampava nelle sue orecchie e con tante altre belle immagini che abbiamo di lui.
    Grazie ancora amici
    Giuseppe
  • Fabricio Luiz Guerrini il 08/07/2010 11:25
    Ecco uno di famiglia che quando ci lascia, lascia solo rimpianti, da lui mai una cattiveria, non sa nemmeno cosa sia. Difficile dire lo stesso degli uomini. Bella poesia
  • Elisabetta Fabrini il 08/07/2010 10:46
    Bellissima.. complimenti di cuore!
  • anna rita pincopallo il 08/07/2010 10:34
    stupenda, tenera, vera, meravigliosa adoro i cani ne ho tre e sono stupendi poesia che per quanto bella strappa una lacrima la metto tra i preferiti bravissimo
  • Vincenzo Capitanucci il 08/07/2010 10:19
    Un cuore cuccioletto... in bava d'Amore...
    Bellissima Giuseppe... missione compiuta... ho donato sempre gioia... ora agogno all'eterno...
    ah se potessimo dirlo anche noi... beh adesso lo abbiamo detto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0