username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io

Intorno, la gente
Davanti agli occhi,
l'immagine di se stessi.
Nel cuore, il baratro profondo
dell'illusione
Brancolare nell'oggi
cercando di uscire
da questo labirinto impalpabile
Attendere un segnale
dalle nuvole,
una goccia di pioggia, forse,
o una via che si apra al mondo
e faccia scomparire il grigiore
di questa assurda malinconia.

 

1
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/03/2012 02:16
    splendida poesia complimenti

9 commenti:

  • Emanuele Perrone il 27/03/2012 01:20
    molto vissuta come poesia, reale
  • Anonimo il 08/08/2010 11:57
    Qual'è il filo d'Arianna del tuo essere imprigionata in un labirinto? L'attesa, forse? La speranza, magari? O quella goccia che appare nel grigio, cade dall'alto, rinfresca le idee. E spalanca le porte. La malinconia è dentro e fuori il labirinto, controllarla l'unica maniera per non rimanerne schiavi
  • Anthony Black il 08/08/2010 11:50
    il grigiore
    di questa assurda malinconia.. quello non sparisce mai veramente.
    complimenti
  • Anonimo il 09/07/2010 15:28
    Piaciuta
    Ti auguro una felice serata
  • Sergio Fravolini il 09/07/2010 14:44
    Intorno a tanta gente... barcollare e poi...

    Sergio
  • Giuseppe Bellanca il 09/07/2010 13:08
    Nella vita possono capitare dei momenti che colpiscono una persona, varie sono le cause: solitudine, ansia, depressione, paura di se stessi; tutto ciò accresce malinconia e stati d'animo diversi, l'importante è combattere ed uscirne fuori...
    bella poesia, ciao.
  • Anonimo il 09/07/2010 11:58
    si, lo so che l'avevi scritta nel 1986, originale anche la grafia da macchina da scrivere, comunque eri gia brava allora... ciao
  • Elisabetta Benedetti il 09/07/2010 11:16
    La malinconia può sembrare assurda, dipende da cosa la genera.
    Ad ogni modo, questa poesia è piuttosto datata: l'ho scritta nel 1986.
  • Anonimo il 09/07/2010 09:39
    la malinconia non e' assurda, ma fa parte della vita, di quel lato oscuro che ci rende infelici... quella goccia di pioggia cadrà... bell'inizio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0