PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mi volevano di peluche

Terremoti e tempeste
in principio non v'erano,
il flusso delle maree
segnava il mio pensiero,
felice cavalcavo le onde.
I miei Demoni, un giorno,
mi vollero di peluche,
perché ero diverso da loro,
non sapendo che dentro di me,
scorre 'n odoroso sangue.
Strada facendo, ho perso
i muscoli, ma sono più alto,
e ogni tanto scrivo poesie.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • rebekka banshees il 28/10/2012 02:53
    Solo io la trovo, artificiosa e molto banale? ma...
  • Nenia Samael il 20/08/2010 18:18
    splendida, davvero!!!
  • Dolce Sorriso il 14/07/2010 22:45
    chae bravo sei... dolce Fabio è molto bella!!!
    smack
  • loretta margherita citarei il 10/07/2010 05:11
    e direi che la scrivi molto bene la poesia, bacioni amico caro
  • Anonimo il 09/07/2010 15:51
    Hai trovato una morbidezza nei sensi, la mente più del muscolo, la poesia più del silenzio.
    Bravo.
    Ciao.
  • Anonimo il 09/07/2010 15:10
    Molto bella
    Un caro saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0