PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io...

La casa vuota. Il niente intorno a me.
Eppure queste pareti sembrano stringersi sempre di più.
Quasi volessero soffocarmi.
Come il mio cuore.
Io…
Vittima e carnefice del mio cuore.
Vittima della sua voglia di amare in modo pieno, totale, incondizionato.
Carnefice della sua stessa voglia di amare in modo pieno, totale, incondizionato.
Il mio cuore piange, i miei occhi no.
Neanche una lacrima solca il mio viso questa sera.
Questa sera.
Quanti sono i sentimenti che un essere umano può provare contemporaneamente?
Due? Dieci? Cento?
In realtà, si possono contare?
Resta solo il caos…
Nessun altro sentimento…
L’amore lotta con la delusione.
La passione col sospetto.
La fiducia con la realtà.
E ti rimane dentro un senso di non appartenenza.
Il tempo guarisce tutti i mali… guarirà anche questo.
Ma il cuore potrà mai dimenticare?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • lucia cecconello il 10/02/2008 10:18
    Il cuore non dimentichera'... come le ferite per sempre nella nostra memoria. ciao
  • Erica C. il 09/11/2007 14:37
    Bella... Davvero, si intuisce perfettamente il tuo stato d'animo nonostante tu non abbia detto cos'è successo...
  • augusto villa il 15/03/2007 12:08
    Bella! Avresti però potuto curarla un po' di più... dall'8 passeresti come minimo al nove.
    È la fretta di pubblicare che ci frega... e frega anche il sottoscritto... L'importante è cascarci sempre di meno... comunque puoi modificare la tua opera quando vuoi...
    Ciao! 8
  • Riccardo Re il 14/03/2007 23:41
    un 7 ci sta bene!
  • Nuni Torrese il 10/03/2007 14:34
    Ben vengano le critiche negative... anzi, meglio che ci siano! Ma te mi critichi lo stile... e nello stesso tempo dici che si vede che non c'è perchè scritta di getto... scusa, ma come fai a criticare uno stile che non c'è??
  • Riccardo Brumana il 08/03/2007 18:31
    La risposta te la sei data da sola/o, perchè è scritta di getto e questo stile a me non piace. Se ti danno fastidio i commenti che non ti elogiano, non preoccuparti non te ne manderò più.
  • Nuni Torrese il 08/03/2007 12:47
    Perchè non ti piace come l'ho strutturata, scusa? Sono parole di getto... già è tanto che abbiano un senso. Come l'ho scritta così l'ho lasciata...
  • Riccardo Brumana il 08/03/2007 12:45
    il tempo guarisce ogni male, ma le cicatrici resteranno. una bella riflessione la tua, ma non mi piace come l'hai srutturata. comunque un bel 7 te lo meriti.
  • Rowee Zowee il 07/03/2007 21:44
    profonda e disincantata, complimenti!
  • sara rota il 07/03/2007 20:07
    Il cuore non dimentica, ma dalle ferite, anche le più graci può essere curato. La speranza è l'ultima a morire, ricordalo e cerca sempre oltre il buio che cerca di oscurare i tuoi miglior propositi. Bella!
  • Anonimo il 07/03/2007 14:07
    Il cuore non potra' mai dimenticare.. tutto ha origine dal caos, il caos che alimenta sensazioni, emozioni, lesioni...
    Caos, una spina nel cuore..
    Continua ad amare

    KX

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0