accedi   |   crea nuovo account

La polvere

Confido nell'inaspettato
e spazzo via
il dolore
che incontro.

Mi chiedo
se si è obbligati ad andare avanti
e solo alcuni trovano
il sorriso.

La fantasia di un pungente inverno
nell'infinità del piacere
e nel nulla
sogno.

Beatitudine l'angoscia
estrema
è come avere la luce
nelle mani.

Ciò che ho perso
si è eclissato tremante
nell'abbondanza
di chi non ha più nulla.

Rimarrò ad ascoltare
il silenzio nel dubbio
che i miei occhi possano ancora
vederti.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 21/07/2010 16:31
    Sempre, bisogna andare avanti. Se no non sapremo mai come va a finire. Io ci sono e ti sento. Ciao!!
  • Nicola Lo Conte il 11/07/2010 18:34
    Rimarrò ad ascoltare
    il silenzio nel dubbio
    che i miei occhi possano ancora
    vederti.
    Chissà... nulla è prevedibile...
  • Antonietta Mennitti il 11/07/2010 09:27
    Struggente, ma intensa e vera!
  • loretta margherita citarei il 10/07/2010 20:46
    è vero, amore fa soffrire, bellissima
  • Anonimo il 10/07/2010 20:30
    Siamo così fragili da spezzarci per un'amore... per sempre...
  • Manuela Magi il 10/07/2010 18:07
    Poesia che racconta una sofferenza d'amore. Inevitabile se si ama davvero.
  • tania rybak il 10/07/2010 16:39
    la soffernza di un amore perduto, la vita che non ha più senso senza la person AMATA,è una bella poesia, ma hai altre gioie per le qualli vale la pena di sorridere,

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0