accedi   |   crea nuovo account

Rosso e ocra

In questo tramonto
riconosco tracce del mio sangue
senza pace.
Aggredisce l'ocra della gelosia
nel tentativo vano
di una ragionevolezza incompiuta.
Avrei bisogno di quel vento
che taglia la faccia
e screpola le certezze
ma anch'egli dorme, rassegnato
a questo giorno che fatica
ad essere azzurro
or che la notte bussa
con delicata prepotenza
a prendersi spazio e tutto quanto.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/01/2014 00:54
    apprezzata... complimenti.

4 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 11/07/2010 19:57
    bellissimi versi... colorate immagini... bravo!!
  • Giacomo Scimonelli il 11/07/2010 17:46
    ... tracce del mio sangue senza pace... piaciuta
  • Cinzia Gargiulo il 11/07/2010 17:22
    Versi intensi e un po' sofferti per un amore che dà gioia e tormento all'anima.
    Bravissimo!...
    Un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 11/07/2010 17:19
    l'ocra della gelosia, nel dubbio che corrode, splendidi versi, come sempre super

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0