PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Luglio: questo caldo mi ucciderà

caldo, questa notte è stato impossibile dormire,
luglio si appresta a lasciare posto ad agosto e mille paure
fatte di viaggi lontani brullicanti di sogni, speranze
e distanze che faranno dimenticare, caldo, caldo...
caldo, stamane non riesco proprio ad aprire gli occhi,
e svegliarmi al richiamo di gabbiani che non riesco a vedere,
ma che ieri sapevo in volo...
i bambini giocano saltando in piscina,
accrescendo il malessere, continuando ad urlare!
vorrei uscire e riuscire a gridare anch'io!
ma seguendo il disegno delle parole mi perdo,
quando il pensiero fugge ai miei sguardi sorridendo,
in un riflesso che dura appena un istante,
prima di nuotare verso acque profonde
dove fatica ad arrivare il sole...
caldo, mi giro di lato sperando di ingannare il mio carceriere,
allontanando dal corpo gocce d'acqua e mille salate paure,
fatte di viaggi lontani e partenze malinconiche
ma ancora troppo acerbe per avere sapore di lacrime, caldo, caldo,
caldo, mentre un invisibile mano mi butta giù di nuovo,
costringendomi a strisciare tra le lenzuola,
e loro ancora in volo cantano.
chiederò aiuto alla mia amica caffeina,
mentre il malessere accresce al rauco grido di un aspirapolvere!
vorrei batterei pugni sul muro e urlare anch'io!
ma nel giocare un po' con le parole mi perdo,
quando il pensiero fugge ai miei sguardi sorridendo,
in una scultura di ghiaccio che vive appena un istante,
negando il suo volto fondendosi,
per tornare ad essere acqua agli occhi del sole...
caldo, questa notte è stato impossibile dormire,
luglio prepara le valigie per lasciare posto ad agosto,
fatto di viaggi lontani pieni di sogni, speranze
e distanze che faranno dimenticare...

 

l'autore Luigi Locatelli ha riportato queste note sull'opera

Ospitaletto 08_07_2010


0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 12/07/2010 16:45
    ed ad agosto si pensa già al natale, bei versi, oggi nella mia regione un temporale ha sollevato gli animi
  • Elisabetta Fabrini il 12/07/2010 14:33
    Molto molto carina.. davvero!! Il caldo di questi giorni non perdona... Bravo!
  • vincent corbo il 12/07/2010 13:54
    Anche se molto farneticante, mi piace molto perchè originale e coinvolgente.
  • Anonimo il 12/07/2010 13:19
    HAI DESCRITTO MOLTO BENE IL DISAGIO DOVUTO AD UN CALDO DAVVERO INCREDIBILE, SCRITTA BENE.
    B. B.
  • Anonimo il 12/07/2010 12:17
    bellissimo inno di disagio interiore in attesa di un viaggio fisico ed intimo alla ricerca di ristoro la trattengo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0