PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Inquisitore

Potrei assistere imperterrita
al passaggio molesto di questo giorno
fatale
umido
perplesso
potrei pensarlo come Quello
come il sogno tondo
chiuso in una scatola rossa
dentro il tuo petto

Ma resto vigile e lo tratto bene
come uno di questi altri senza storia
nel rispetto di una data uguale
a quella fissa e inchiodata
quasi fetale

E mi perdonerai
se penso a quelle immagini
come a dipinti visti in un museo
indimenticabili tocchi e impasti estremi
e fusioni e morte dell'uno solo
per l'uno di due fiati fu
compiuto


E col vestito nero
davanti all'altare
io ero
la promessa
la candela
il sole
e l'anello e i sandali
e le campane
corremmo l'incostanza delle ore
piegammo il loro senso senza eguali

Supera la morte
quest'amore?
Come supera lo scoglio questo mare?
Ora piuttosto per te non fa rumore
né più per me
unghie nel mio stomaco a carezzare

Supera la vita quest'amore?
Come supera il riso queste lacrime?
Ora per te son gioie terse
di vaniglia e miele
per me son vespe
di noia astuta e abissale

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • ELEONORA il 05/05/2012 14:26
    forte, dolce.. toccante.
  • alberto raimondo il 12/08/2010 14:56
    Laura l'amore è pace e soffrire è un attimo, poi svanisce e rimane quel ricordo meraviglioso e indelebile... ne vale la pena.
  • laura cuppone il 19/07/2010 22:45
    grazie Tania!


    Laura
  • tania rybak il 18/07/2010 22:51
  • Paola Pinto il 18/07/2010 19:41
    ... aspetto se potrai...
    ciao Lauretta
  • laura cuppone il 18/07/2010 19:36
    ... forse succederà..

    io vengo a casa ( ) il 29 luglio.
    penso che passerò a trovarti...
    se posso...
    Laura
  • Paola Pinto il 18/07/2010 19:23
    ...è lungo il discorso cara, mi piacerebbe parlarne a quattr'occhi!
    Comunque Amore sempre!
    bacio
  • laura cuppone il 18/07/2010 19:09
    come alzarsi e ricadere e alzarsi ancora
    ...
    un "finchè morte non ci separi"
    non per la persona
    ma per..
    l'amore!
    questa condanna è così che si può
    espiare..

    non cominciare affatto... mah...
    eh, bel dilemma...
    tornando indietro... cosa faresti?
    forse esattamente gli stessi... sogni...

    ...
  • Paola Pinto il 18/07/2010 19:00
    Preferirei non cominciasse affatto cara (cara dal cuore) Laura... se questo è l'epilogo infinito!
  • laura cuppone il 18/07/2010 18:47
    tu vuoi che finisca, Paola?
    ...
  • Paola Pinto il 17/07/2010 08:55
    ... finirà mai questo senso di perdita di un eden che vedevamo, forse, solo noi?
  • laura cuppone il 15/07/2010 00:49
    grazie infinite a tutti..
    un abbraccio
    Laura
  • Dolce Sorriso il 14/07/2010 22:07
    sei grande Laura... che bei versi... bellissima la penultima strofa
    brava
  • Paola Pinto il 14/07/2010 22:03
    Sei veramente brava ed intensa, diretta e ricca!
    Mi piace molto!
  • Anonimo il 14/07/2010 17:01
    SEI MOLTO ABILE CON LA PENNA E USI BENE LE PAROLE LA TUA POESIA È TRASCINANTE, COMPLIMENTI.
    B. B.
  • loretta margherita citarei il 14/07/2010 16:41
    mi ha trascinato, bellissima
  • Anonimo il 14/07/2010 13:00
    Come dire...

    II suo vivere lieto
    è il mio gioire.
    Se otterrò d'essere amato
    ne sarò beato.

    Una poesia di grande trasporto. Grande Lauretta!
  • Sergio Fravolini il 14/07/2010 12:19
    Il passaggio del giorno...

    Sergio
  • Anonimo il 14/07/2010 11:15

    stupenda
  • laura marchetti il 14/07/2010 10:05
    ti devo leggere e rileggere... e per me è sempre un piacere, ciao
    laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0