PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Breve incanto

Giardini addormentati
in una primavera languida
nei tristi occhi divini
di una rondine affranta.

Giglio fiorito
tu fosti immenso
in un cielo senza cielo.

L'ombra maligna
nella tristezza più triste
quando la calma irrequieta
è pesante e dolorante.

Fuori più nulla
solo silenzio.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • francesca cuccia il 14/07/2010 21:16
    Bel finale.
    Fuori più nulla solo silenzio.
    Bravo.
  • loretta margherita citarei il 14/07/2010 16:43
    poesia contemplativa, ottimamente scritta
  • Anonimo il 14/07/2010 13:02
    Che bella, la contemplazione in quelle cose del silenzio.

    Ciao
  • angela testa il 14/07/2010 12:37
    ti lascio un bel sorriso...
    bellissima poesia...
  • Cinzia Gargiulo il 14/07/2010 10:34
    Versi di profonda tristezza ben scritti.
    Ciao...
  • Anonimo il 14/07/2010 10:10
    Che tristezza in questi bei versi. Piaciuta ciao
  • laura marchetti il 14/07/2010 10:02
    sei bravissimo, la tua tristezza è disarmante...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0