username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il vecchio e il cane

Lo vedevo attraversare la strada,
come aveva attraversato il tempo,
quasi invisibile agli occhi della gente
lui, in compagnia della solitudine
e del suo cane.
Lo vedevo solo su quella panchina,
respirare ed assaporare fili d'aria,
come fumo di una sigaretta,
scalciare le ore vuote
come lattine,
contro il muro del tempo,
mentre l'eco dei ricordi si infrangeva
come onda, nei suoi pensieri.
La solitudine aveva i suoi occhi,
di un azzurro cielo,
umidi di pioggia
e scodinzolava in silenzio ai suoi piedi,
fedele, come un cane,
non come quella vita che, indifferente,
gli passava accanto.
Lo rivedo ancora su quella panchina
sotto il pioppo,
come lui alto magro e curvo
sfidare il vento e il tempo,
veloce ed invisibile come il suo ricordo.
Ho chiesto di lui,
nessuno si ricorda, forse qualcuno,
ma non sa chi fosse,
quel vecchio che raccoglieva foglie secche
i suoi ricordi, al vento
e la farfalla della sua carezza
che si posava, lieve,
sulla testa del suo cane.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

23 commenti:

  • denny red. il 15/07/2010 04:07
    Bellissima!! laura.. un grande pensiero, una immensa poesia.
    BRAVISSIMA!!!!
  • Cinzia Gargiulo il 15/07/2010 01:09
    Hai trattato con delicatezza un argomento che è una piaga del nostro tempo. C'è tanta solitudine che passa inosservata sotto gli occhi indifferenti di moltissime persone.
    Molto brava Laura.
    Buona notte!...
  • Manuela Magi il 14/07/2010 23:05
    Bellissima poesia, la solitudine che ci passa accanto e che a volte non vediamo.
    Mi ha commossa.
  • tania rybak il 14/07/2010 22:57
    noi ci siamo, am spesso gli altri non si accorgono di noi e dei nostri sentimenti, così quando una vita svanisce nessuno si accorge, molto triste, 5 stelle
  • francesca cuccia il 14/07/2010 21:20
    La tua dolcezza e grande sensibilità ti rende unica e speciale,
    grande poesia brava.
  • Salvatore Ferranti il 14/07/2010 21:17
    molto bella.
    complimenti lauretta... sempre al top
  • - Giama - il 14/07/2010 19:46
    qui ancora un esempio della tua profonda sensibilità ...
    molto molto bella!

    Gia
  • Antonietta Mennitti il 14/07/2010 19:09
    La solitudine... Uno dei tanti mali della società, ma per fortuna esistono esseri viventi e per giunta anche fedeli, che riescono a riempire la vita di chi vive solo e senza affetti. Un essere indifeso che a volte è pronto a sacrificare anche la propria vita per l'uomo, il quale più delle volte lo ricambia, abbandonandolo alla sua sorte. Molto profonda e riflessiva Laura! Piaciuta tanto.
  • Anonimo il 14/07/2010 16:56
    UNA POESIA INTERESSANTISSIMA CHE MI LASCIA RIFLETTERE, OTTIMA LA DESCRIZIONE.
    B. B.
  • Simone Scienza il 14/07/2010 16:25
    Con la tua commovente delicatezza sai sempre andare in profondità.

    E non lo dico io ma i miei brividi

    TVB
    Simo
  • Anonimo il 14/07/2010 15:26
    molto bella, una poesia che fa riflettere quando un vecchio parla solo o con l'unico che non lo tradisce mai. ciao Salva.
  • Elisabetta Fabrini il 14/07/2010 14:48
    Veramente bella... la tua capacità descrittiva è unica...
    brava!
    ciao Ely
  • Minalouche TS Elliot il 14/07/2010 13:38
    Una poesia carica di triste dolcezza, parole che descrivono immagini e frammenti di vita. Che altro dire? Mi è piaciuta molto e mi piace questa tua veste, curata e non banale. Non è da tutti arrivare al cuore, ancora complimenti
  • laura marchetti il 14/07/2010 13:36
    Grazie a tutti per i vostri graditissimi commenti, volevo precisare che gli anziani, come i bambini sono gli essere più indifesi e non solo stereotipi e ne ho conosciuti tanti abbandonati... dai figli, dall'egoismo che ci porta a prendere e non a dare... la solitudine è positiva... quando la si può scegliere... io personalmente non la soffro anche se noto in mezzo a tanta gente tanta indifferenza, un abbraccio e un bacio, laura
  • rea pasquale il 14/07/2010 12:59
    Volendo interpretare la poesia su un piano psicologico, direi che il vecchio e il cane, sei tu.
    La solitudine a volte fa paura.
    mi piace molto.
    Ciao
  • Auro Lezzi il 14/07/2010 12:42
    I tuoi occhi vedono sempre ciò che vuole la tua anima..
  • Salvatore Cipriano il 14/07/2010 12:19
    È bella la tua attenzione verso i più soli, ma ricorda che non sempre sono gli anziani. Evitiamo di assorbire stereotipi che possono essere usati da qualcuno a proprio vantaggio.
  • Sergio Fravolini il 14/07/2010 12:18
    Accattivante questa visione di un cane che è il migliore amico dell'uomo.

    Sergio
  • Marhiel Mellis il 14/07/2010 11:59
    Meravigliosa... la tua sensibilità esplode e si riversa in ognuno che legge! Meravigliosa!
  • Laura cuoricino il 14/07/2010 11:29
    Dolcissima e commovente! Ciao. Cuoricino.
  • Anonimo il 14/07/2010 10:52
  • marinella addis il 14/07/2010 10:29
    da leggere.. rileggere.. rileggere... bellissima...
  • anna rita pincopallo il 14/07/2010 10:15
    molto bella 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0