accedi   |   crea nuovo account

Assurdo di una Società dove i soci sono sorci

Il più basso uomo della scala societaria dona le possibilità di ricchezza al più alto

eppur
il più Alto
dio

non offre molte probabilità di vita al più basso rompendo gli scalini dietro di lui si rende irraggiungibile intoccabile ad ogni tipo di fraterno abbraccio

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • sabrina galbo il 26/09/2011 12:02
    Già ... e che se farebbero delle perle i porci!
  • vasily biserov il 14/07/2010 19:42
    il cielo è lontano, troppo... concordo!!
  • giusi boccuni il 14/07/2010 13:50
    ti ritrovo... e mi ritrovo... nelle considerazioni esistenziali basilari... dolenti note...
  • Anonimo il 14/07/2010 13:03
    ... potrei darti torto????????
  • Anonimo il 14/07/2010 12:46
    Quant'è vero Vincé, è un lontanissimo sogno/incubo. Ma è tutto nelle mani dell'uomo.. pensa come stiamo inguaiati..

    Ciao.
  • Cinzia Gargiulo il 14/07/2010 10:32
    Grande Vincè!... :zì, zì... bravo:
    Bacioni...
  • marinella addis il 14/07/2010 10:24
    tremenda... un colpo dritto al cuore... bella
  • karen tognini il 14/07/2010 10:11
    Bella riflessione Vincenzo...
    Bravissimo come sempre.. esula dalle tue ultime scritte!
    k

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0