username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come rombo di tuono, il palpito suo

Come rombo di tuono
il palpito suo, nell'udito s'addentra
e nelle vene indomabile sangue,
come fuoco mi scorre, quando
la mia donna di carne
si svela mia amante.
Quando a terra il suo capo adagia,
i capelli color oro, tra le spighe
si fondono, e solo il mio sguardo
comprende qual è il crine
e dove infiorisce il grano.
Un t'amo tra i suoi respiri
ho colto, lei che sull'arenile
mi sfugge e io che la rincorro,
fin dove di colpo lo scoglio,
sul mare si tuffa.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Giada.. il 29/07/2010 21:38
    Quanta passione, meravigliosa fabio
  • Dolce Sorriso il 16/07/2010 09:04
    wow Fabio... letta e riletta è magnifica!!!!
    Bravo
  • loretta margherita citarei il 15/07/2010 20:11
    bellissima, incantevole poesia, un bacione amico caro
  • Anonimo il 15/07/2010 18:52
    Il titolo, già la paga. Ma l'ho letta tutta e bene. Bellissima.
  • B. S. il 15/07/2010 14:30
    Sai dipingere immagini incantevoli.
    Sempre bravo.
  • Salvatore Ferranti il 15/07/2010 10:59
    sono sempre belle le tue poesie... bravissimo
  • Anonimo il 15/07/2010 10:26
    ma che bella mamma mia. l'impeto d'amore in ogni sua espressione è sempre eccelso. un bacio fabio. lo spumante non spuma più^^ ciao!
  • WILMA AVERSA il 15/07/2010 08:58
    Bella! Si percepisce la passione di un attimo d'amore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0