username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non è la morte

Penso al domani, oramai, sempre più fragile
ed è assurdo, per me, quel "più"
se guardo a ieri e all'altro ieri.

Gli anni ci maturano... ci consumano
e si spera sempre che questo accada
nel modo più naturale e semplice possibile.

Ma cos'è naturale oggi... cos'è dolce?
se riesco solo a sentire una odiosa amarezza
ovunque giri lo sguardo.

Un mondo dove i più deboli
diventano sempre più deboli
e i ricchi sempre più ricchi.

Alla povera gente non è la morte che spaventa
è la vita che fa loro paura.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Alessandro Guerritore il 30/08/2011 07:43
    Se la morale rimane solo un lontano ricordo nella politica, nell'educazione, nella cultura, nella scienza. Se l'uomo dimentica di conoscere e di vivere i valori umani, naturali della vita, la vita stessa alla fine, così voluta dall'uomo alla fine effettivamente... fa paura.
    Opera di rilievo.

  • Giacomo Scimonelli il 16/07/2010 16:05
    complimenti... parole che condivido appieno... e vorrei averle scritte io... bravissima
  • denny red. il 15/07/2010 18:48
    la partita infinita.. il bene.. e il male.. e la vita.. osserva, l'ennesima tragedia.
    bella!! poesia. Mad.
  • Marco Briz il 15/07/2010 14:58
    Nel modo in cui viviamo, molto è spazzatura e il poco rimasto è da rispristinare... la mancanza di umiltà, l'avidità, il non rispetto e l'indifferenza, l'apparire, la frenesia, cercare sempre il meglio 'che non esiste', il non saper stare con se stessi, la paura della noia, dell'abbandono, il non sapere ascoltare, il non apprezzare il silenzio che la vita riserva... l'aver perso l'interesse per le cose semplici, il non essere curiosi di quello che è stato e della banalità...è un ignoranza pazzesca, un perdere quotidianamente Amore verso chi ci ospita è la croce verso un luogo meraviglioso da condividere, nel quale dovremmo sempre ricordarci di ringrazierlo e si chiama Mondo. Brava Maddalena
  • Dolce Sorriso il 15/07/2010 14:02
    mi piace... concordo
    bella poesia
  • Sergio Fravolini il 15/07/2010 12:44
    Vero delle volte è proprio la vita che spaventa e soprattutto la povera gente.

    Sergio
  • vasily biserov il 15/07/2010 12:13
    ottima rifflessione... originale dal punto di vista stilistico e efficace per il tema trattato
  • Salvatore Ferranti il 15/07/2010 12:10
    una poesia molto interessante... anche dal punto di vista stilistico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0