accedi   |   crea nuovo account

La dea delle fate

Testimone il cielo intarsiato
ricamato dal vento speziato
aromi pungono le vene
sangue rosso ambrato.

Volano silenti afflati d'amore
turbinìo dei sensi prospicienti
verso un'unica meta sospesa
cielo e terra intima sorpresa.


S'aprono sugelli incantati
favole dormienti assolati tormenti
divini percorsi voli di farfalle.

Come strugge e lacrima la stella
polare oltre le nuvole apostrofate
è la nascita della dea delle fate.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0