PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Indignus Honore

Guardami
nuda e sanguino

Guardami
nera insomnia

Guardami
-traditore-
bianca e fredda
suda e piangi

Guarda la mia bocca
succhiare il tuo veleno
nell'occhio del mio ventre
guarda il mio abisso

Mi amerai ancora
implorerai il mio nome

Guardami
mentre ti ingoierò il senno
e lo rigetterò al fato
urlando...

Questi sono i miei capelli
questo il mio profumo di sposa
inchinata al tuo cospetto
alla tua lama
devota

Questo il mio bacio d'aprile
che gela l'aria al mentitore
questa la mia morte muta
mia
e del tuo
onore.

 

l'autore laura cuppone ha riportato queste note sull'opera

... alle donne che subiscono... dolore, botte e disonore.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • tania rybak il 20/07/2010 00:03
    sogni d'oro
  • laura cuppone il 19/07/2010 23:46
    anche la mi una stupida battuta credo d'esser famosa anch'io per questo!!
    un bacino e buona notte tany

    Lau
  • tania rybak il 19/07/2010 23:41
    VOLEVO DIRE FATA, SCUSAMI LAURA, MA SONO FAMOSA PER LA MIA IGNORANZA DELLE DOPPIE ECC, HAI RAGIONE, OGNI UNO CONOSCE BENE LE SUE RAGIONI E NON MI PERMETTO DI DARE GIUDIZI, ERA SOLO UNA RIFFLESSIONE, BACI
  • laura cuppone il 19/07/2010 22:43
    una "fatta" credo significhi donna fatta, cioè... grandicella??

    certo, basta non caderci, ma ognuno di noi ha un punto debole... non é facile distinguere.. il bene dal male, nella passione, nel desiderio, nell'illusione. Magari l'omertà per i figli o per paura di ritorsioni, leggi poco chiare, avvocati poco seri, credibilità, dipendenza economica...
    chi vive in un paese piccolo... chi é sola... sola completamente.

    ignorare?
    no, sanguinare tania... e desiderare di vivere lo stesso...

    ciao
    Laura
  • tania rybak il 18/07/2010 23:00
    non bisogna cadere nella trappola del carnefice se non vogliamo diventare vittime, a volte il carnefice è meglio ignorarlo, il tuo stile è particolare, da una fatta
  • laura cuppone il 18/07/2010 17:37
    giorni fa ho letto qualcosa di qualcuno nel sito.. non ricordo.(perdono!).. e diceva che un solo puntino sporca il foglio...
    basta un solo puntino...
    se si riflettesse si penserebbe ( con tutte le combinazioni del caso) che forse quel puntino potrebbe essere la salvezza di un foglio bianco perchè lo distinguerebbe...
    accettare i pregi e difetti di chi si ama e ci ama é naturale, qualche puntino forse basta e da colore...
    ma a volte é invece presagio di ben altri disegni...
    non so cosa farei io Paola... davvero non lo so... so solo che l'onore é il perno della situazione.. la distruzione della volontà... mio Dio esiste altra cosa più importante della propria libera volontà? no... nè fisica nè interiore!
    A questa schiavitù si preferisce forse l'irreparabile...
    ...

    grazie beddha.
    Laura
  • laura cuppone il 18/07/2010 17:30
    più intellettuale che ispirata.. certamente..
    questo é un riflesso da osservazione muta...
    solo notizie su carta che farà da involucro o verrà gettata..
    ogni giorno accade.. come altri miliardi di scempi..
    calarmi in ciò che succede senza restare solo e sempre il tempo necessario per girare la pagina, mi é necessario.
    non é mia esperienza..
    non credo che ne avrei scritto così... l'avrei sentita più in profondità.. e magari non avrei parole.

    Vitttttttttttttt!!!!!!! Brontolo é inutile che cerchi di ingelosirmi...
    lo so che sono tra i primi 50 posti..
    sei il solito ma ti perdono
    bacino smieloso di quelli che ti fanno incazzare.

    e tanti pupazzini che mi piacciono tanto
  • laura cuppone il 18/07/2010 17:24
    Dark Side
    il lato oscuro (e scusami se parafraso il tuo nick)
    di tutto ciò é sicuramente nella stessa donna
    una comprensione di ciò che accade che va al di là del vittimismo
    al di là dello stesso carnefice...
    Subire trasfigura.

    grazie
    Laura
  • laura cuppone il 18/07/2010 17:21
    grazie Don!
    non c'è altra reazione... in quei momenti... credo...

    Laura
  • Paola Pinto il 18/07/2010 10:20
    Eterna condanna non per la donna che subisce e non ferisce,
    ma per l'uomo che rimane nel blasfemo in eterno!
    Laura sei grande! Mi emozioni!
  • Anonimo il 17/07/2010 10:13
    Banale, come dice Dark Side, non lo sei davvero, anzi. A volte dai l'impressione di esagerare in espressioni fuori dagli schemi, una ricerca più intellettuale che ispirata. Le ultime due strofe sono infatti le più spontanee e comprensibili).
    Sei sempre la mia autrice preferita, no scusa, sei la seconda, no forse la terza...
  • Dark Side il 16/07/2010 21:54
    versi crudi e bellissimi, non sei mai banale, mi piace molto il tuo modo di scrivere
  • Don Pompeo Mongiello il 16/07/2010 20:05
    Ben scritta, verità nuda e cruda, bravissima!
  • laura cuppone il 16/07/2010 18:15
    grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrazie!!!!


    bacino stù
    Lau
  • augusto villa il 16/07/2010 16:58
    Dura cruda vera bella rabbiosa.
    Ben scritta!
    -------------------
  • laura cuppone il 16/07/2010 12:41
    Stefano...
    ti ringrazio per la preferenza
    anche se il tema é duro e impenetrabile
    omertoso
    e difficile.
    Laura
  • laura cuppone il 16/07/2010 12:40
    Vinci...
    grazie... se solo se ne fosse capaci... sempre...
    Lau
  • laura cuppone il 16/07/2010 12:39
    Ange...
    vederti qui.. tra le mie righe
    mi dona calore
    e frescura
    insieme...
    ti adoro e so...
    come tu sai
    che il carnefice senza vittima
    non é nulla
    o é più nulla del nulla che era
    prima d'incontrare
    la sua preda...
    ma si sa che chi non vive di luce propria
    tende ad assorbire e a spegnere anche quella
    riflessa
    e torna nel suo buio
    di boia...

    Lau
  • Anonimo il 16/07/2010 10:49
    stupenda!!! volevo commentare una frase, ma sono tutte molto belle, messa tra le preferite perche' davvero piaciuta un sacco
  • Vincenzo Capitanucci il 16/07/2010 08:19
    ... ti ingoierò il senno
    e lo rigetterò al fato
    urlando...

    Meravigliosa Laura... giuste forti... parole...
  • Anonimo il 16/07/2010 00:14
    Mi piaci da morire quando sei così diretta
    la tua morte muta
    non è facile vero, farla stare zitta
    è una dura lotta.
    Ciao sorella
    T A
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0