PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tesoro

Tesoro,
abbiamo pianto sulle nostre parole,
nell'identico eco incrociato
mentre fuori, il mondo si animava,
nonostante fosse tutto immobile.
Ascoltavamo il respiro della lontananza
così crudele,
imprigionato come un fuorilegge
dietro una porta chiusa.
Mio tesoro,
quante nubi ci siamo raccontati,
nell'azzurro di un cielo che non era
e di un sole che il meriggio divideva
per noi due,
eterne parole senza mani.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Ada Piras il 26/10/2011 22:46
    Mio tesoro... eco incrociato..
    Mi piace molto...
  • Vincenzo Capitanucci il 16/07/2010 07:35
    Incantevole Manuela... Te oro...
  • - Giama - il 16/07/2010 00:40
    la lontananza fisica, ma la vicinanza delle anime...
    bravissima!
    Ciao Gia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0