accedi   |   crea nuovo account

Rabbia e ribellione

L'energia del cosmo
è percorsa
da un tremolio ossessionante.
Due secoli di menzogne
non sono bastati a capire
il nostro ruolo di pedine
sulla scacchiera del mondo.
Una società marcia
viene brutalmente assassinata
mentre beve un tè
con un tonto snob.
E intanto l'inerzia si impadronisce di noi
l'apatia diventa nostra madre
il tedio nostro padre
e cullati da questi insani genitori
veniamo privati
della nostra essenza di esseri razionali,
della nostra fantasia,
ci viene impedito di sognare,
ci viene vietato di pensare
senza che noi possiamo rendercene conto.
Il sacro fuoco della ribellione
è custodito
in un tempio
celato da fitte selve.
Vi possono accedere solo coloro
che si macchiano
del matricidio
e del parricidio
liberandosi da quel macigno
impostoci da tirannelli
da due soldi.
I sacerdoti della rabbia
posseggono le chiavi
per riaprire le porte della nostra dignità
e ritornare a tessere personalmente
la tela del nostro destino.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 17/07/2010 00:46
    che dire bellissima la condivido dal primo all'ultimo verso... 5 stelle più che meritate la trattengo
  • Anonimo il 16/07/2010 13:49
    Ottima!
    È una delle migliori pubblicate oggi!
    Tante piccole verità espresse in un'unica grande poesia!


    A. R. G
  • Sergio Fravolini il 16/07/2010 12:16
    Tessere il nostro destino...

    Sergio
  • laura marchetti il 16/07/2010 11:26
    bello il tuo grido di ribellione e di rabbia... ma non tutti quelli che si ribellano sono matricidi sono quelli che fanno riscoprire l'amore
  • laura cuppone il 16/07/2010 11:04
    mi é venuta in mente.. la lirica e la musica dei Pink Floyd...
    richiamo ancestrale d'una rabbia condivisa... e subita...

    ah, se fossimo attenti al "canto" di mademoiselle Nobs...

    piaciuta!!!
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0