accedi   |   crea nuovo account

Fiori proibiti

È il punto in cui il discorso lascia il passo allo stomaco,
svesto la dignità ma mi velo con l'ironia.
Eppure riconosco che è il vuoto dentro e fuori me che ti dà forma,
ma l'allucinazione è un regalo che non si deve rifiutare.
E mentre mi sforzo di smettere i panni
che con l'afa ed il dolore di giugno sono solo intralcio,
fiore proibito mi umili senza ch'io parli.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • celeste il 09/10/2012 19:22
    Questi fiori proibiti sono dei gustosi frutti per chi non teme la calda e sincera partecipazione di un caloroso abbraccio. Un beso!
  • Anonimo il 22/07/2010 13:32
    oh, emme, che bella che è...
    come va? come stai?
  • Aedo il 16/07/2010 20:29
    La poesia delinea in modo efficace momenti di introspezione e di grande tristezza. Bravissima!
    Ignazio
  • Anonimo il 16/07/2010 19:35
    La trovo splendida

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0