accedi   |   crea nuovo account

Partenza

Mi opprime
afa cittadina
che alimenta
tumultuosi pensieri.
Ma ecco che sollecita,
paterna
la tua voce amica
mi indica
nuovo spazio di vita,
incantato di silenzio.
Parto,
ricercando
leggerezza spenta
e arrivo
in oasi di pace.
Mi sorridono
alberi amici,
mi ristorano
sguardi di fratelli.
Mi placo.
Improvvisa mi afferra
lama di Tua Luce,
che brucia il mio groviglio
di pensieri
e nelle mie mani perdonate
riluce il colorato filo
della pace.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 17/07/2010 22:37
    Gli aggettivi dimostrativi, gli articoli, i connettivi...
    Cosa ti hanno fatto di male?
    Però contenuto mi piace.
    Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0