PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Affiora il tuo viso

Affiora il tuo viso, sa di silenzio.
Questo viso che inseguo
dall'alba al tramonto, senza tregua,
cieco, come un corpo dissolto
o un abito smesso. Le tue mani
sono un'inutile preghiera,
un pianto scomposto, un urlo.
Così ti cerco al risveglio,
figura d'ombra recisa
scavata nel letto.

L'amore parla con la tua voce.
Sei radice nel petto
col giallo delle acacie,
il tufo dei tuoi templi.
Vedo muoversi lenta
la tua ombra chiara,
riprendo l'abito smesso -
il tuo canto muto
brucerà di fuoco spento
come il sole alla sera.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 29/07/2010 17:32
    Bella. È vero, quando ci ricordiamo di qualcuno che abbiamo perso il suo viso sa di silenzio, un silenzio a cui vorremmo dare vita per rivivere le sensazioni sepolte dentro di noi.
  • Laura cuoricino il 19/07/2010 19:32
    Le tue mani sono un'inutile preghiera...è un canto d'amore perduto che comunque accarezza l'anima! Anche se perduto un vero amore è una parte di noi. Ciao. Cuoricino
  • Anonimo il 18/07/2010 16:40
    Letta con piacere.
    Chiusa straordinaria!
    5 stelle e lode!


    A. R. G
  • Giacomo Scimonelli il 18/07/2010 16:19
    ... il tuo canto muto... brucerà di fuoco spento... bellissima... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0