accedi   |   crea nuovo account

Piango sul mare

Mani inutili
tentano invano
di stringere lettere e prose,
che il successo di cotanta avventura
non riesca a farsi colma preziosità.

Verto occhi e mente
parlo parole e strazi
per un perso pensiero
che affondi in acqua stagnante
di inutili commenti.

Piango sul mare,
lasciando navigare
in turbolenze affamate
quel po di poesia
che mi rallegra
lo vecchio cuore.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Nenia Samael il 21/08/2010 12:59
    stupenda!!!
  • Laura cuoricino il 21/07/2010 18:04
    Molto particolare e sentita! Bravo, Gè! Ciao. Cuoricino.
  • Gè Marcia il 18/07/2010 16:39
    Grazie a tutti, siete gentilissimi, mi fa piacere che i miei pensieri giunti a voi attraverso le mie parole, vi portino nuove emozioni. Gè
  • Anonimo il 18/07/2010 16:38
    e GIà...
    Ci resta solo l'illusione della poesia!
    Bellissima Germano!


    A. R. G
  • Sergio Fravolini il 18/07/2010 12:44
    Un po' di poesia che rallegra il cuore.

    Sergio
  • laura cuppone il 18/07/2010 12:41
    vero... cosa buona e giusta...
    come in antichità la natura si fonde in vera poesia quando il cuore del poeta piange sale nel sale..
    la notorietà é oltraggiosa dei sentimenti e del magma che smuove dentro e a fondo..
    nulla é inutile... e nemmeno indispensabile..
    sei strumento e tieni lo scettro
    e questo per chi rigetta inchiostro é... una implosione.. indspensabile.


    Laura
  • Giacomo Scimonelli il 18/07/2010 12:38
    la poesia rallegra sempre...è una compagna di vita che mai ci abbandonerà... bella la tua poesia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0