PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bottiglia

Sognai una bottiglia,
una borraccia per i bambini
e la dovevo riempire d'acqua
buona, fresca e pulita.
Guardai dentro ed era sporca,
piena di vermi e insetti velenosi.
Ho battuto le ciglia,
ero sveglia...
forse non era un sogno,
ma una chiara riflessione sulla vita.
Pensai...
ogni uno di noi in parte è un bambino
e dall'altra parte è un orco.
Mi chiedo se è possibile
la convivenza di questa simbiosi?
Capii, che per riempire
l'anime di giuste convinzioni,
bisogna essere raggianti e puliti
e con il male non bisogna fare coalizione.
Impossibile l'amicizia
tra il verme e la colomba,
distruggi i vizi dell'anima,
santissimo uccello,
vinci e gioisci,
vola libera e la tua gloria rimbomba.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Paolo Rossi il 21/07/2010 09:33
    bellissimo pensiero che condivido in pieno. I tuoi temi non sono mai banali e soprattutto sono molto vari. Ti invidio, complimenti
  • denny red. il 19/07/2010 02:54
    ottima!! riflessione! Tania, il verme e la colomba.
    Brava!!!
  • laura marchetti il 18/07/2010 16:40
    Le tue riflessioni sono sempre profonde e dissetano la voglia di trasparenza e sincerità.. molto brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0