username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Aspettando l'alba

Il bagliore delle prime luci del giorno
è ancora avvolto dal mantello della notte.

La fiamma che alimentava il piccolo falò
è giunta ormai alla fine
e solo una scia fumante
si innalza verso il grande carro,
si ode il fruscio delle palme
e il dolce schiaffo delle onde
sulla rena bianca.

Mi accarezza il volto
e sfiorandomi le labbra
sussurra il mio nome.

Un tenero abbraccio riscalda il mio corpo,
socchiudo gli occhi,
sbadiglio profondamente,
ascolto,
sento il profumo della salsedine.

Dall'orizzonte infinito
spunta la grande palla arancione,
timidamente si affaccia
e poi prende il sopravvento.

Il chiarore si riflette sui nostri volti,
gli sguardi si incrociano
e un nuovo giorno
si unisce ai nostri destini.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • sara rota il 19/06/2007 08:30
    Bella immagine, ho apprezzato soprattutto quella in cui descrivi il sole come una grande palla arancione, anche se io avrei messo "palla di fuoco"... Comunque brava.
  • Artemio Podani il 27/05/2006 11:45
    ... è l'immensa giovinezza. Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0