accedi   |   crea nuovo account

Addio America

Grugni
da li farsi
surrisi,
muvimenti
e claun
senza
pudore,
fij de mamma
e de papà
che umiltà
nun hanno,
se mostrano
come stelle
de un L. A.
senza confini,
ma ridicoli
a li occhi
de qualsiasi
europeo
civilizzato
est.
Un' America
che nun ha
cchiu niente
a dà,
se non
la vergogna
d' esser
ancora.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • denny red. il 19/07/2010 18:16
    l'america..? il popolo indiano cacciato ucciso.. buttato sull alto dei grattacciieli a lavare vetri, e costruire ponti, l'america..? la madre di tutte le guerre, che Dio li perdoni, che dio mi perdoni, don, in questo periodo.. sono cattivissimo.. Bella!! Poesia. Bravo!!
  • Anonimo il 19/07/2010 13:26
    Condivisa e molto apprezzata
    ciao!!
    Sabrina.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/07/2010 11:53
    Un Là... di Los Angeles... Don... siamo un po' tutti la vergogna dei nostri Angeli... ma per fortuna... ancora esistiamo... anche se siamo sulla faglia di un precipizio...

    i pro ed i contro... di una società capitalista... imperialista...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0