PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La comprensione

La lucente palla si fa vedere pallida
con la sua stessa e identica faccia;
eri la medesima dello scorso giorno,
perchè non cambi? E non sai rispondermi
in questo tempo oscuro- tuo figlio-,

e ora in questa terra- tua cugina-
io soffro le mie pene senza ricordare
un solo dio, alcuni dicono che io sia
vissuto in un altro mondo- idea! -
ma, a dir la verità, poco mi interessa

la comprensione dei misteri e degli aneddoti
che girano vorticosamente intorno al girabile
astruso, l'impulsiva mente cerca la sopravvivenza
nella foresta della mortalità e dell'impossibilità

vorrei, allora, intuire perchè mai la divina forza
avesse frodato il mio cuore e poi di rosso violato
il battito perpetuo dello strumento che si ode rullare
dalle campagne, non contaminate, - il putipù!-

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • GiuseppeCristiano Merola il 01/09/2010 20:31
    è inutile che ti dica bravo, perchè lo sappiano entrambi che lo sei, ma da cosa è dvouta questa tua anima pessimistica e catastrofica? ( Non è riferito solo a questa poesia anche ad altre ) ...
  • Anonimo il 06/08/2010 19:33
    "l'impulsiva mente cerca la sopravvivenza
    nella foresta della mortalità e dell'impossibilità .."
    Complimenti davvero... Grande arte poetica... Susciti riflessione
  • Giacomo Scimonelli il 19/07/2010 14:28
    ... bei versi... piaciuta
  • Anonimo il 19/07/2010 13:40
    disciplinata ed espressiva scrittura, in una bellissima poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0