username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Grinfie di padre

Mi hai dato la vita
e te la sei ripresa
mi hai lasciato le briciole
quelle che a te non servono

hai messo le tue mani
dappertutto
sulla mia carne
e la mia piccola anima
è morta

mi hai profanata ogni giorno
sin da bambina
Tu, colpevole, hai il viso sereno

Io mi guardo allo specchio
e non so chi sono

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Paola Pinto il 03/11/2010 20:04
    Grazie Marco,... ma ti dico, sempre citando il generale jakalone:
    "dai, sciogli la tua lingua, dico, su qualsiasi tema"!
  • marco carlino il 03/11/2010 18:55
    3menda, graffiante, audace, bella... le stelle che computo a questa poesia sono 5 ma, citando il generale jakalone:
    "quello che dici dev'essere sincero,
    e se lo hai fatto devi averlo fatto veramente,
    altrimenti io ti dico, che non è vero niente,
    son solo fregnacce senza significato,
    di cui hai sentito dire ma che non sei autorizzato,
    a ribacchettare come qualcosa che ti è capitato"
  • denny red. il 20/07/2010 19:32
    tristissima, sofferta, una figura.. rimane dentro.. io mi guardo allo specchio, e non so chi sono.
  • Giacomo Scimonelli il 19/07/2010 21:50
    dolore e sofferenza prevalgono dai tuoi versi... profondi e sentiti.. non aggiungo altro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0