accedi   |   crea nuovo account

Un'ora

Pensiero impuro
donna di malaffare
che conosci
il mio tallone d'Achille
e che fai vibrare
col solo tuo sguardo
tutte le corde
del mio desiderio
di maschio comune
dissanguando i miei sensi
come un salasso
letale dell'anima
resta con me
anche un'ora soltanto
all'ombra di una
bugia d'amore
mentre mi accarezzi la testa
e mi tiri i capelli
spingendo il mio viso
dentro di te
a non sentire più le mandibole
soffocato dal contrarsi
delle tue gambe
che si chiudono a riccio
intorno a me
rubandoti un gemito
un grido
e una carezza del cuore
e degli occhi tuoi languidi
fino a tornare lasciva
per raggiungere insieme Morfeo
in un tenero abbraccio

 

4
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • gianni castagneri il 27/01/2014 17:55
    molto bella, complimenti!
  • Alessandro Moschini il 22/07/2010 15:39
    Grazie Federico. Felice che tu abbia apprezzato
  • federico marino il 22/07/2010 09:33
    una poesia d'amore molto particolare interessante e ben scritta
  • Alessandro Moschini il 22/07/2010 01:59
    Grazie Laszlo... sono contento che ti sia piaciuta. Per il verso che dici seguirò il tuo consiglio anche se non saprei cosa trovare per rendere forte l'idea della scena... Ci penserò su. Per il momento grazie mille
  • Laszlo Varga il 21/07/2010 22:12
    Bella poesia, molto densa di passione e ben scritta. Se posso, mi permetto di dirti che il verso "a non sentire più le mandibole" stona molto, anche perché - sia pure licenza poetica - non tiene molto la sintassi..
  • Alessandro Moschini il 21/07/2010 21:48
    Grazie a tutti... Un abbraccio...
  • Anonimo il 21/07/2010 21:40
    Bellissima. Da trattenere nei preferiti!!!
  • Anonimo il 21/07/2010 21:19
    Wow... preso al lazo dai sensi...

    Bellissima!
  • Giacomo Scimonelli il 21/07/2010 20:23
    veramente bella..