accedi   |   crea nuovo account

Notte d'agosto

Notte amica mi avvolge
di tenebre intorno,
mentre osservo il cielo stellato
ogni cura svanisce.

Ma ecco! davanti a me d'improvviso
l'universo si spiega immenso,
come oscuro abisso,
gelidi e lontani spazi
ove le stelle tremano nel freddo chiarore.

Ora lo sguardo vaga inquieto,
e la mente lo segue,
ma si perdono entrambi
cercando i confini dell'infinito.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 29/08/2010 07:28
    Bravo, notevole contenuto, versi scritti molto bene.
  • Giacomo Scimonelli il 22/07/2010 15:11
    ... cercando i confini dell'infinito... bellissima poesia
  • Anonimo il 22/07/2010 13:43
    Molto bella. Mi ricorda la notte di San Lorenzo, agosto, il cielo stellato, la leggera inquietitudine che prende l'animo umano quando è solo con sè stesso, il senso di smarrimento davanti all'immensità dell'Universo...
  • Elisabetta Fabrini il 22/07/2010 12:03
    Bellissima.. mi ha fatto sognare per un istante...!
    bravo!
  • Sergio Fravolini il 22/07/2010 11:51
    Un'opera descritta bene e completa.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0