PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Passare lontano dal tempo

Passare lontano dal tempo
Allontanare gli sguardi
Fugare i ricordi
Annusare solo il raschio vivo
Del cuore,
ancora a battere l’urlo indomito
richiamo bambino di viaggi
di vite inaudite
eppure battute, membrane sgualcite
sul ritmo del mare e del vento,
terra il piede batte e tutto
pompa del muscolo il sangue.
E sei lì slanciato su un porto
smarrito, allungato sul filo bianco
a seguire la notte negli occhi.

 

2
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 01/10/2016 03:35
    splendida... complimenti.

8 commenti:

  • VALERIA SALLUSTIO il 29/06/2007 10:48
    Grazie Vittorio, commenti come il tuo sono veramente preziosi!
    Naturalmente grazie anche a Sara per la tua attenzione costante, ad Augusto a Clezio e a tutti voi.
  • sara rota il 29/06/2007 08:11
    Verso la fine mi sembra di scorgere un gabbiano su questo filo bianco ad osservare... mi sbaglio?
  • Simone Veltroni il 22/03/2007 19:20
    Idem.
  • augusto villa il 21/03/2007 11:06
    Brava! Una poesia ben scritta... e molto profonda!
    Complimenti!
  • Ezio Grieco il 15/03/2007 09:37
    Ok Valeria!
    Continua così!
    Un saluto
    Clezio
  • Caterina Siclari il 12/03/2007 13:40
    Il tempo porta tutte le date : quelle desiderate e quelle che si vorrebbe non arrivassero mai.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0