PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il passato, il futuro

Ero triste, mentre sola
dal caldo del sole
mi lasciavo cullare;

ero triste, mentre sola
lasciavo che la mano mia
scrivesse i miei pensieri;

ero triste, mentre sola
pensavo all'amore mio finito;

ero triste e sola,
ma ora non più
visto che i miei pensieri
di nuovo sereni
sono con te.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Diallo Mamadou " Kenz " il 31/03/2011 17:03
    bella... è molto musicale e mi piace...
  • diego panetti il 19/07/2007 20:09
    si nota il passaggio emporale... me forse il passato è molto marcato ti ha lasciato un segno più forte.
  • loredana bassani il 18/04/2007 15:38
    Mai perdere la speranza e la voglia di essere felici... attimi di felicità e di tristezza... la poesia della vita. Brava
  • Anonimo il 02/04/2007 00:42
    Una anafora semplice ma molto partecipata. Piaciuta, Ciao Stefano
  • Ezio Grieco il 22/03/2007 00:18
    Ho letto cose tue molto sostanziose.
    Questa, anche se lungi da me applicarle una etichetta, la trovo... semplice!
    Alla prossima.
    ... e la vita intanto Va!
    Un bacione
    Clezio
  • Nella Bernardi il 21/03/2007 22:41
    secondo me le ripetizioni vanno bene perchè sono l'accompagnamento musicale della poesia che in quanto triste deve avere un tono triste, a me piace, ciao Nella
  • Notari Silvano il 20/03/2007 18:47
    Leggera caduta di stile a causa delle ripetute (ero triste) è un testo che si fa apprezzare per la sua semplicità. Silvano
  • Francesco Marcy il 20/03/2007 16:02
    Molto bella e delicata la tua poesia.
  • luigi deluca il 14/03/2007 21:47
    "i miei pensieri di nuovo sereni sono con te" È molto bello poter condividere veramente tutto col proprio partner! Mi piace
    gigi
  • Gianni Carretta il 13/03/2007 17:02
    l'anafora ad ogni inzio strofa la rende scabrosa. cerca di essere più una macchina da cinepresa e raccogli le immagini con una maggiore intenzione. Sei sulla giusta via ma puoi migliorarla certamente
  • Mario Secondo il 12/03/2007 19:32
    Bella questa Sara. Bello il gioco di parole tra sola e sole. Sei brava. A rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 12/03/2007 18:53
    poesia carica di sentimento, dona speranza al lettore. piaciuta
  • katia debora melis il 12/03/2007 18:36
    è una poesia che merita di avere un seguito o, almeno, ce lo lascia immaginare.
  • antonio sammaritano il 12/03/2007 15:03
    Finchè i nostri pensieri e la nostra immaginazione hanno carburante non bisogna essere tristi, Sara.
    Si evince dalla tua bella poesia che ancora hai parecchie cose da dire.
    uno smack.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0