username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Esule

Che colpa né ho di essere straniera,
di essere esule dalla mia terra natia,
che colpa né ho di scrivere poesie
usando una lingua che non è la mia.
Sono colpevole di essere astemia
e di odiare il fumo, che trovo nauseante?
Sono colpevole di amare la discrezione
e di non essere esuberante?
Che colpa né ho di essere bionda
e di attirare gli sguardi indiscretti,
sono colpevole d'amare la trasparenza
e di detestare tanto i segreti?
È una colpa di fare solo la mamma
e d'essere moglie al 100%,
sono colpevole del fatto che,
quando parlo si sente sempre un leggero accento?
Che colpa né ho se amo profondamente Dio,
chiamata per questo moralista e perbenista,
so scrivere soltanto con il cuore in mano,
scusatemi se non sono abbastanza pittoresca,
so essere solo me stessa
e non riuscirei mentire,
non mi appartine la capacità di essere artista.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Anonimo il 09/08/2010 14:41
    Bravissima Tania...
    ce ne vorrebbero come te di Straniere, intelligenti, colte e così sensibili..
    Chi l'ha detto che quelle dell'est sono fredde e calcolatrici??

    Bella poesia.. e bel cervello e... fortunato il tuo compagno

    Ciao
  • Laura cuoricino il 27/07/2010 20:26
    Colpa di essere VERA? Di essere bella, mamma, moglie e di credere nell'UNICO VERO DIO? Colpa di vivere purtroppo in una terra non tua e di pagare per chi ha commesso?
    Tu sei Tania Rybak, figlia del tuo Creatore e mia sorella in XSTO GESù.
    Ciao. Cuoricino.
  • tania rybak il 26/07/2010 15:38
    grazie Laura, sei una vera amica, tvb
  • laura marchetti il 26/07/2010 15:35
    sei artista ed un'anima pura e sincera... resta sempre così Tania, unica e vera... bellissima poesia
  • tania rybak il 26/07/2010 11:40
    grazie Don, a volte è vero quello che dici, in fondo quello che ci conosce veramente è solo Dio, quello che conosce il tuo cuore e i tuoi più intimi pensieri, di conseguenza solo lui può dare quindi, grazie per lo vostra sincerità a Stefan, Salvatore e a Sara, un abbraccio
  • sara zucchetti il 25/07/2010 23:53
    In questa poesia si risalta la sincerità che hai nel cuore cara amica
  • Anonimo il 25/07/2010 23:08
    BRAVA Tania!!! Continua a fare i tuoi passi così come ti pare!!!
    Un abbraccio e auguri con tante nuove poesie
    ss
  • Don Pompeo Mongiello il 25/07/2010 18:43
    Tu non sei colpevole di niente, e li dove ti amano e ti accettano non sei mai straniera, io sono straniero a Roma, dove son cresciuto, perché non sono amato soprattutto dai parenti più stretti. Lo stesso mio padre mi disse: - Tu qui sei ormai straniero. Ormai è morto e non so se posso dire pace all'anima sua. Dio ti ha dato il dono della poesia, e non trovi problemi in italiano, non è una colpa, ma un dono.
  • Salvatore Cipriano il 24/07/2010 22:02
    Bellissima poesia, è vero alcune volte il tuo ambiente e la tua gente non ti accettano, ti fanno sentire straniera in terra straniera, mentre invece presso i veri sytranieri staresti meglio. Complessi di orgoglio e superiorità. Purtroppo sono stato costretto a subire questo nella mia vita, ma vuoi sapere una cosa?! Degli altri non mi frega niente.
  • tania rybak il 23/07/2010 01:18
    grazie per assoluzione Nino, io non do la colpa a nessuno, ma qualche volta la società vorrebbe farti sentire in colpa perché non segui le loro mode e usanze, perché si preferisce vivere la vita serena, nella discrezione e normalità, molte volte mi hanno chiesto con un pizzico di diffidenza(allora non sei italiana? avrei quasi risposto, sono umana e questo mi basta... per me non esiste differenza di nazionalità, ceto sociale, se uno è celibe o sposato purché tutti quanti potessimo vivere in pace, scusa la mia ignoranza in italiano, purtroppo sono autodidatta e lontana dalla perfezione, importante che avete compreso il concetto espresso, questo mi basta... grazie e un abbraccio a tutti
  • denny red. il 22/07/2010 20:16
    SEI FANTASTICA TANIA, PURA VITA!!!
    Un Abbraccio.
  • Anonimo il 22/07/2010 19:58
    Per essere una straniera scrivi bene... anche se qui c'è qualche errore...
    Colpe non ne hai... ma neanche gli altri... compresi quelli atei, non sposati e italiani... siamo tutti angeli...


    A. R. G
  • tania rybak il 22/07/2010 19:28
    grazie Auro, tu invece sei un vero uomo, sincero e simpatico
  • Auro Lezzi il 22/07/2010 19:00
    Sei una donna libera... E quando dico libera parlo della vera libertà di saper essere te stessa senza compromessi.. Per cui sei una creatura meravigliosa... Che odora di buono.. E scrive meglio di tanti fantomatici padroni della nostra lingua... Ciau biondona..
  • tania rybak il 22/07/2010 18:34
    GRAZIE IGNAZIO, DI TUTTO IL CUORE...
  • Aedo il 22/07/2010 18:16
    Una poesia molto personale, che rivela il tuo meraviglioso carattere. Non hai nessuna colpa, ma devi essere fiera di quello che sei. Bravissima!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0