PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Involo

Volare come sai fare
sui tetti dei silenzi morti
e come sai fare atterrare
coi piedi fermi dei detti
e ridetti: il mio mondo è lontano, tesoro
da conquistare non è una brezza
e se vuoi devi tenere bene la stretta
e afferrare come sai fare
le mani irrequiete nel sonno
e come sai fare lasciarle andare
con le catene rotte della carne
sempre più viva, sempre più grande.
Ridi della mia lingua oscura.
Guardi il sole che si sdraia
sulla nostra solita spiaggia bianca
inesplorabile.
Occhi colmi di natura a me:
"Eppure mi avvolge,
mi esplora,
la voce trasparenza,
la voce che distrugge
il tempo che si perde
nel tempo... "

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • claudia pinheiro montenegro il 23/07/2010 13:23
    Ciao Len Hart

    Olhos azuis, corpo atlético, pele clara.
    Uma bela descrição de teus dotes.
    Que na perícia da pena sejas claro
    E nas palavras descritas, atlético
    E na mensagem, sempre o azul celeste.

    Jesus te abençoe,
  • Anonimo il 22/07/2010 23:44
    splendida descrizione di un viaggio nelle sensazioni forti e appassionate di un'anima forte e fragile allo stesso tempo... alla ricerca di momenti d'estasi in simbiosi con la natura.. complimenti per l'uso del lessico sempre appropriato, mai banale e soprattutto alquanto ricercato
  • Aedo il 22/07/2010 23:44
    Una poesia deliziosa, ben scritta, che incanta... Splendida la chiusa:
    "la voce che distrugge
    il tempo che si perde
    nel tempo..."

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0