PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Schiavi in catene

Fulmini che squarciano il cielo
in groviglio di funeree nuvole,
avvolgono di braccia morenti
la fu rigogliosa isola.

Ombre di pianti
scivolano in tomba notte
su indigeni antichi,
villaggi e preghiere.

In tempesta pericolosa
il mare annuì colpe e pene
spingendo in secca
lo stregato galeone.

Schiavi in catene
riempirono il varco,
ammassati in stive
di buio putrido.

Nessuna ribellione in sangue,
carico dopo carino
nave dopo nave
in un'isola ormai
divenuta deserto.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Gè Marcia il 24/07/2010 10:46
    Grazie, troppo buone, una buona giornata
  • Anonimo il 23/07/2010 22:35
    .. scrittura impeccabile... e argomento trattato con trasporto e bravura..
  • Anonimo il 23/07/2010 19:06
    Stile, contenuto, eleganza

    Bellissima!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0