PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Metamorfosi

Ti vidi bruco strisciante,
vorace, schifoso e nudo,
repellente allo sguardo
per molli sembianze,
ma,
dopo che crisalide fosti,
a trasformarti intento,
ti ammirai nel tuo tremulo volo,
delicata farfalla,
esposizione vivente
dei più vivi colori
che, generosa, la natura
donar ti volle.
Oh, come talor avviene
opposta metamorfosi
a te, uomo pensante.
Tu nasci splendida farfalla,
creatura eletta,
dalle abili mani dell'Alto Fattore,
a volar destinato
nei più alti cieli della bontà,
della sapienza, dell'Essere,
ma le nobili sfere rifiuti,
in basse quote ti porti,
a terra discendi, annaspi, razzoli,
al mal ti presti e, trasformandoti
nel più viscido verme della terra,
muti il tuo destino.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Mario Olimpieri il 06/08/2010 21:53
    Naturalmente, era Cara Claudia...
  • Mario Olimpieri il 06/08/2010 21:51
    Cara Claudio, ti ringrazio per le belle parole e per il divino augurio, Mario.
  • claudia pinheiro montenegro il 06/08/2010 19:23
    Ciao Mario,

    il miracolo
    primo di Gesù in Cana:
    trasformazione

    in sintesi acqua in vino
    oggi il nuovo nascere

    Gesù benedica te,
    un abbraccio,
    claudia
  • Anonimo il 24/07/2010 12:08
    realtà delle dinamiche umane, magistralmente descritte.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0