accedi   |   crea nuovo account

Ipocrisia

Dove mi hai condotto figlio mio,
è un mondo ancor più tenebroso,
ti hanno vigliaccamente ingannato,
sei stato ingenuo ed hai creduto,
ti prego ritorniamo nella nostra casa,
almeno lì ci sono le antiche radici,
possiamo abbattere gli idoli di fango,
strappare quel velo lercio ed oscuro,
facendo entrare il sole nelle stanze.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0