PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anime perse

Stordite dal fiore nero dell'oblio,
incapaci di opporsi hanno tollerato,
adesso vagano incerte nel silenzio,
soffrono intrappolate da un inganno,
sono ancora pulsanti ma indebolite,
vorrebbero risollevarsi ma cedono,
non sanno che la vita gli appartiene,
è un' universo unico e meraviglioso,
devono solo ricominciare a respirare,
accendendo quell'energia universale,
inesplorata forza che in noi risiede,
liberandosi da sterili afflizioni,
ritorneranno a volare nell'immenso,
trascorreranno i giorni come anni.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 24/07/2010 22:31
    "ritorneranno a volare nell'immenso,
    trascorreranno i giorni come anni"

    Ogni vagabondo trova la sua strada, che sarà sempre più bella.
    Un abbraccio...
  • Sergio Fravolini il 24/07/2010 17:58
    Giorni come anni... bella prova.

    Sergio
  • Giacomo Scimonelli il 24/07/2010 17:15
    bellissima... veramente bella
  • karen tognini il 24/07/2010 17:06
    Bravissimo... sempre bello leggerti!

    k
  • Anonimo il 24/07/2010 16:56
    Una bella preghiera scritta come definizione. Sentimento, classe, amore.
    Grazie. È bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0