PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dovunque

Piano nella melodia
di corpi nudi
e ci sarò io, lì,
dentro il tuo sguardo,
fino alle stelle
mi arrampico
e ci casco sempre
e precipito
nei colori che non indossi,
tela universo,
occupo tutto lo spazio.
Tutto morbido al tatto,
forte ad un tratto
e illuminato
il senso
smarrito,
lì, dove scopro
fili ingarbugliati
fatti trama e parola
eterna d'incanto.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Eileanoir ~ il 27/07/2010 13:59
    è bellissimo perdersi così
  • Anonimo il 27/07/2010 12:15
    molto bella complimenti... originalità allo stato puro... colpo magistrale paragonare incontro di corpi in musica celestiale... ad un pennello ispirato che scivola sulla tela ancora vergine... in armonia di intrecci senza fine
  • laura marchetti il 27/07/2010 11:20
    un intreccio di emozioni...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0