accedi   |   crea nuovo account

Notte d'oriente

Una carezza di Wind chimes
risuona nel buio
accompagnata
dalla melodia dolce
di un docile flauto indiano.
E nel chiaroscuro di questa notte
tra le tende di lino
mi appari Venerea
vestita solo
dei tuoi occhi di ghiaccio
che mi scaldano il cuore.
Silenzio...
... Una pausa, nessun movimento,
uno sguardo reciproco
a trapassare il muro del buio.
Nell'aria satura e gonfia di desiderio
ti sento arrivare
in mezzo allo stomaco
come un violento pugno
allorché muovi verso di me
con passo felino
e mi inietti promesse d'amore
giacendo dentro di me
sul fondo di questo Tatami.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro Moschini il 29/07/2010 02:49
    Grazie Fulvio...
  • Anonimo il 28/07/2010 23:50
    molto bella