accedi   |   crea nuovo account

Il mio scudo

Non so perchè meritai questo dono,
ricordo ero piccola e ancora
non mi accorgevo,
ma già ti respiravo.
Complicità,
ci ha sempre unito,
nei momenti belli,
sapevo che tu eri lì, con me
quando mi difendevi
e arrivavi col tuo impeto
e facevi fuggire la paura.
Le nostre risate in quei pomeriggi
di sole, a rincorrere la fantasia
che aveva i capelli di vento
e lo sguardo sicuro,
correva veloce e non temeva il futuro.
Nascosto dietro l'angolo
con i suoi chiari e scuri colori,
che condivisi con te,
sono un mazzo di fiori.
Mi hai caricata in spalla,
giocavamo a cavallo e tu
eri più forte di me e lo sei ancora,
siamo sempre rimaste
le stesse, di allora.
E quando il vento freddo della morte
ha soffiato via i nostri aquiloni,
ci siamo ritrovate strette,
dentro uno scudo e allora ho capito,
già lo sapevo che un dono
più grande non c'è.
Ho scalato le vette per raggiungere,
la felicità,
poi ti volti e lei è già qua,
è la cosa più bella,
ha gli occhi
di mia sorella.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 28/06/2011 09:35
    Dedica eccellente, complimenti
  • Simone Scienza il 02/08/2010 10:20
    In due le battaglie si vincono meglio
  • Salvatore Cipriano il 30/07/2010 23:47
    Bellissima poesia, brava, io con mia sorella litigo sempre.
  • Anonimo il 30/07/2010 22:15
    un bellissimo scudo che accompagna le fragilità ciao Laura buone vacanze.
  • Fernando Biondi il 30/07/2010 21:21
    viva, molto viva anche se con qualche nota di tristezza, bellissima
    bravissima
  • Don Pompeo Mongiello il 30/07/2010 21:13
    Veramente una bella poesia e ben scritta. E dal momento che sono il primo ti accendo le meritate 5 stelle.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0