username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Panico nel mondo

... Improvvisamente un cerchio
circonda la mente...
una confusione incredibile
invade il cervello
comunicando al corpo
il disaggio sconosciuto...
... paura...
... paura...
... paura...
paura di mangiare...
paura di dormire...
paura del mondo...
lo sconforto prevale
non sai cosa fare
l'ansia aumenta
il cuore impazza
cadi nel panico
non capisci più niente
sprofondi nel vuoto assoluto
sei solo con te stesso
sei solo contro il mondo
ricco d'odio
povero d'amore
la morte incalza
sull'umanità
nell'insicurezza
nella crisi
nel malessere
nel dolore
nella miseria sconosciuta
dei giorni d'oggi
nell'apatia verso il prossimo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anna G. Mormina il 03/08/2010 14:55
    ... vero panico Giuseppe, e non so quanti realmente si rendano conto di come stanno andando le cose... bravo!
  • francesca cuccia il 31/07/2010 22:28
    Diretta e significativa.
    Profonda e unica.
    Bellissima.
  • Manuela Magi il 31/07/2010 16:58
    Un quadro perfetto. Complimenti.
  • Anonimo il 31/07/2010 16:51
    Il mondo fa paura a vederlo e sentirlo in questo modo... non cercare fuori, la via per ritrovare il giusto equilibrio è dentro di noi... e vedrai che tutta l'ansia e tutta la paura, nel tuo percorso interiore, ... svanirà... provaci!
    Il panico lo vogliono gli altri... tu devi solo rifiutarti, uscire dalla massa e diventare unico!
  • Inchiappa Vito I Song il 31/07/2010 10:54
    Sprofondare nel vuoto è terribile, ritrovarsi da soli è orribile, essere abbandonati è angosciante. Il panico avvilisce e distrugge chi ne diviene preda. Una descrizione dolorosa della PAURA; solo chi la ha vissuta può conoscerla così bene. Bravo Peppe.
  • Laura cuoricino il 31/07/2010 10:10
    Ottima analisi e riflessione poetica del mondo che ci circonda! Complimenti, molto bella e vera. Ciao. Cuoricino.
  • Giuseppe Tiloca il 31/07/2010 10:01
    È Tetra, con un significato diretto - ci passiamo quasi tutti - sembra quasi una depressione che va vissuta combattendo contro tutto e tutti, paura di mangiare.. ma è megli onon parlarne di questa paura. Commovente davvero, forse perchè la sentio molto vera. Bravo Giuseppe
  • Anonimo il 31/07/2010 09:24
    Sei unico, la poesia è eccezionale, il tema, commovente e vero...
  • Anonimo il 31/07/2010 08:26
    bella da -paura-...
    Giuze, mi sorprendi sempre con i tuoi versi ineguagliabili!!!
    Spettacolare nella sua drammaticità!
  • Anonimo il 31/07/2010 07:56
    CONCORDO CON GIACOMO ESPRIMI CON SENTIMENTI PROFONDI LA CRUDELE REALTA' CHE STA CIRCONDANDO IL MONDO IN UNO DEI PERIODI PIU' BRUTTI
    DELL'ERA CIBERNETICA.
    B. B.
  • Giacomo Scimonelli il 31/07/2010 07:25
    per me questa poesia è da mettere nei preferiti... e così farò... profonda e sentimenti bene espressi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0