PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un dolore tremendo

Un tuono, un boato
che dilania il vento,
tutto buio improvvisamente
silenzio irreale nella mia mente.

Pioggia, il cielo
diventa cupo e si apre,
lacrime più amare adesso versa
e un'ombra di donna le contempla.

Lampi, la notte
di luci si accende,
una stella dell'universo
la più piccola e bella silenziosa scende.

Il sole, il vero re
ride aspettando di vivere,
spia le nuvole grigie e gonfie
aspetta che il vento finisca di soffrire.

La luna, dama bianca
riflette tutti i raggi,
penetra nei cuori dei duri
ma in uno si perde e un raggio cede.

Raggio, musa silenziosa
che ottieni da tutto questo solo amore,
respiri nei suoi sospiri ossigenando il cuore,
ma vuoi tornare indietro lasciando una scia di dolore.

Nessuno più ti comprende,
dopo lotte tra tuoni e lampi,
dopo pianti e risa di gioie e speranze,
adesso ti arrendi e cadi inciampando tra sassi e bastoni,
cedendo il tuo futuro a raffiche di vento, lampi e tuoni.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • augusto pompeo il 14/02/2012 17:50
    mi è piaciuta bella e intensa
  • Don Pompeo Mongiello il 04/10/2011 11:17
    Un laudo sincero e dovuto per questa tua sensibilissima e bellissima!
  • sabrina galbo il 05/08/2011 18:25
    ... e se ci da tregua... se ne va anche una parte del nostro sentire più profondo...
  • Giacomo Scimonelli il 02/08/2010 11:47
    grazie a te Gisella
  • Anonimo il 02/08/2010 10:30
    Giacomo ti sento tanto vicino... grazie per quanto sei riuscito ad esprimere
  • Giacomo Scimonelli il 02/08/2010 08:04
    grazie a tutti x i commenti
  • Anonimo il 01/08/2010 16:37
    Credi in te stesso, soltanto così potrai vedere il sole... sei bravissimo.
  • Laura cuoricino il 01/08/2010 15:23
    Tanto dolore, tanta sofferenza dal quale devi risorgere...
    Offrilo a Gesù, attraverso MARIA, Loro sanno come fare, perché devi affrontare questa prova!
    Un caro saluto. Cuoricino.
  • Elisabetta Fabrini il 01/08/2010 12:28
    Avverto tutto il tuo dolore... forte, lacerante e profondo.
    Bellissima e molto intensa.
    Bravissimo...
  • Sergio Fravolini il 01/08/2010 12:13
    Giacomo questa opera mi piace particolarmente racchiude l'ansia... il dolore silenzioso di un susseguirsi di sofferenze. Mi piace mi ricorda la mia vita.

    Sergio
  • francesca cuccia il 01/08/2010 10:24
    L'amore da questo dolore ma sa sempre far rinascere con un nuovo fiore.
  • Anonimo il 01/08/2010 09:56
    Quando non trovi corrispondenza...è sempre un dolore profondo!!

    Bella Giacomo...
  • Antonietta Mennitti il 01/08/2010 08:05
    È la rassegnazione che ti induce ad arrenderti alla speranza Giacomo. Cerchi di intravedere una luce, ma inutilmente, poi ti rialzi e speri ancora. Chissà se dietro quella nuvola c'è la felicità, ma per ora non ti resta altro che desiderarla e afferrarla al volo... Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0