username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il castello di Gradara

Dall'alto della collina
domina la valle
di Gradara il castello,
fra filari di viti ed ulivi
salire ed inerpicarsi
fino alla sua fortezza,
delle mura che abbracciano il paese
Leggenda, storia, cultura
immergersi nei versi della Divina Commedia,
in una boccata di aria buona,
che sa di pane caldo e hot dog farciti,
nei suoi viottoli di sassi e ninnoli,
mentre il castello continua a sognare
guardando l'autostrada
che scorre ai suoi piedi
è' lì, muto e assorto, lo vedi?
Respira l'eco di un passato
senza mai fine, arcieri e dame
a cavallo,
feste sontuose al castello,
quotidianità, mistero
In una nuvola bianca avanza quel sogno
ha il sorriso negli occhi e nel cuore
ed una scorta al seguito
una sposa, un album fotografico
un attimo che è già passato
Le grido - Auguri -
salgo sul mio cavallo a motore
e riprendo il cammino...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • tania rybak il 01/08/2010 16:43
    sei un artista, i tuoi quadri sono bellissimi, brava
  • Salvatore Ferranti il 01/08/2010 11:53
    una poesia che è come una fotografia... come un bel quadro da gustare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0