PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Giorno di nozze

lei... candida e pura
trasecolata stordita
affascinata da sogno
atavico utopico
innocentemente
sorride trasparente
come nettare sorgivo
riempie tutti i calici
aria consacrata in chiesa
su labbra schiuse... a te

egli... incredulo sorpreso
beve di quel vino
ingoiandone l'aroma
non mastica non assapora
in bocca ancora altri sapori
d'altri novelli e primitivi
papille ormai assuefatte
lavorano a memoria
dilavano il momento
di un sommesso... sì

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Paola Pinto il 28/08/2010 13:33
    Ragazzi nessuno di voi ha letto bene la poesia, qui si parla di una lei pura e di un egli impuro...
  • Giacomo Scimonelli il 01/08/2010 17:22
    dolce immagine del giorno in cui il sogno d'amore si realizza
  • Anonimo il 01/08/2010 16:58
    "innocentemente
    sorride" al Sì...
    Particolare
  • Sergio Fravolini il 01/08/2010 14:47
    Candida e pura nel giorno delle nozze.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0