PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oscuro

Ho la forza
solo per soffrire
nel digiuno acuto
dell'anima.

Quante notti
e quali giorni
in questa esile
speranza.

Vorrei seppellirti
piango e piango
divampato da uno spento
fuoco.

Ti prego anima mia
torna
perché io adesso
sono il nulla.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Hila Moon il 03/08/2010 23:46
    triste e densa di significato!è sempre un piacere leggerti!
  • laura marchetti il 03/08/2010 17:28
    ci sono momenti trasparenti ed altri oscuri, ma questa è la vita, l'importante è prenderla di petto... anche se non sempre ha la sesta misura... scusa era per sdrammatizzare, ti abbraccio forte, laura
  • Francesca La Torre il 03/08/2010 15:15
    nel finale, l'essenza della poesia, dolcissima attestazione di vero amore, piaciuta molto.
  • Anonimo il 03/08/2010 15:03
    Sentirsi "vuoti" capita spesso quando si cerca disperatamente il senso dell'esistenza, tra dolore, delusione, amori falsi, solitudine... ti assale l'angoscia, la disperazione! Non è l'anima che ti manca... forse, a tutti noi, manca l'anima gemella...
  • Aranel_75 il 03/08/2010 14:58
    ... a volte l'anima si oscura di fronte alla sofferenza e gli occhi non percepiscono più nemmeno la luce del sole... ma prima o poi un piccolo lume torna... si chiama speranza...
  • Anonimo il 03/08/2010 13:59
    "Ti prego anima mia
    torna
    perché io adesso
    sono il nulla."
    Che invocazione intrisa di disperazione... Vorrei fare qualcosa per aiutarti, ma... non so se servirebbe. Ricordati che prima di essere sfocato da "nulla" hai usato il verbo "sono". Un abbraccio...
  • Laura cuoricino il 03/08/2010 13:21
    Tornerà, come fa a non tornare da un 'anima che è nulla senza di lei?
    Bella, Sergio! Ciao. Cuoricino.
  • federico marino il 03/08/2010 12:50
    breve poesia con un ottimo stile metrico e musicale. Il digiuno dell'anima delle volte è ampio e dura molto tempo
  • Anonimo il 03/08/2010 11:08
    Se hai la forza per soffrire allora hai anche quella per gioire... stupenda Sergio.
  • Anonimo il 03/08/2010 11:07
    Triste ma molto poetica. Ti leggo con piacere.
  • Agostino Griffante il 03/08/2010 10:41
    questa poesia è bella e triste allo stesso tempo. alla fine dici " sono il nulla" mi sembra un po' crudele... ma sappi che tutti siamo tutto, anche il nulla alle volte.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0